Marco Esu nato il 16/12/1973 a San Gavino Monreale (una cittadina della Sardegna) inizia i suoi primi passi nella strada dell’arte dall’età di otto anni, inizialmente mostrando interesse per le arti figurative ed in seguito, grazie alle sorelle che studiavano pianoforte, si avvicina alla musica, con qualche consiglio da parte di esse impara le prime melodie.

Verso i quindici anni comincia a studiare la chitarra ed a creare le prime melodie, sua particolarità che lo porta a distinguersi, comincia da autodidatta ed ascoltando tanti stili musicali, tra cui il Jazz, appassionandosi cosi all’improvvisazione, che sarà spesso presente nella maggior parte dei suoi concerti.

Dopo due anni di studi con la chitarra, decide di apprendere la tecnica musicale seguendo gli insegnamenti del chitarrista da lui molto stimato “Antonello Lixi”, il quale gli insegna la tecnica sullo strumento ed la teoria, compresa la passione per la musica dell’America del sud, che al tempo era molto presente nel repertorio del maestro (altri maestri con cui segue corsi sono il Patrice Graff “in arte Tito”, Jorge Cardoso “in un corso di perfezionamento della chitarra classica ed corsi di perfezionamento diretti dal Marco Meloni “direttore della Nuova Accademia”. Marco comincia dai sedici anni a suonare nelle band come chitarrista solista,passando da un genere all’altro, infatti tali collaborazioni lo portano ad imparare sempre più stili ed apprezzare il piacere di suonare per il pubblico, cosa che lui adora. Nel ’94 vince un concorso regionale per chitarra elettrica (solo 6 corde), presentando improvvisazioni per chitarra ed una bellissima composizione del chitarrista Joe Satriani (midnight). Alcuni dei gruppi nei quali ha suonato, sono:

-Slamina; Wizard; Axioma (un gruppo che riscontra un buon interesse da parte del pubblico ed anche di alcuni giornalisti, che dedicano a loro articoli interessanti. Gli Axioma portano un discorso musicale che in Sardegna ha avuto la strada sbarrata, quasi come una censura per via dello stile Rock della band, che comunque grazie al loro pubblico ed alle rassegne dedicate al Rock ed al Metal, riescono ad esibirsi con il loro repertorio ed realizzando un CD autoprodotto. Questo gruppo vede Marco Esu alla chitarra, Giovanni Serra al basso, Giuseppe Melis alla batteria, Emanuele Pittau alla voce e testi, il primo batterista della band è stato Fabrizio Melas ed con esso crearono le basi della band). Nel ’96 Marco riprende la sua carriera da solista, presentando spesso le sue composizioni per chitarra e musicando i testi di un suo caro amico “scrittore ed cantante” Simone Utzeri, con il quale riesce a suonare in locali e rassegne musicali ed ad ottenere articoli favorevoli al lavoro artistico musicale e poetico. Con Simone formano un’altra band che prende il nome di S.A.A.S.D.N.A., che si forma con il batterista Andrea Ruggeri ed Stefano Porceddu al basso, questa band di musica sperimentale in seguito vedrà partecipi il sassofonista Emanuele Contis, Matteo Muntoni al Basso e Valentina Urban al violoncello e voce, presentando composizioni del batterista ed arrangiate dalla band. Marco decide di presentare contemporaneamente il Marco Esu duo, che partecipa al festival Internazionale Jazz di Sant’Anna Arresi, una delle più importanti tappe del Jazz in Sardegna.

In seguito Marco collabora con lo stilista Zigno (che Marco stima ed ammira per la genialità), con esso presenta le sue composizioni in televisione suonando in diretta (dal vivo) e suonando in tante altre sfilate con stilisti d’alta moda sarda e modelle ben note. Grazie alle sfilate di moda riesce a collaborare anche con un gran pittore sardo, il Sergio Putzu, il quale mostra grande interesse per i problemi sociali ed per la tradizione popolare.

Dopo queste esperienze Marco collabora con la testata giornalistica Capitanata.it e scrive per essa diversi articoli per la rubrica musica, nel Settembre del 2003 egli insieme alla Seltec crea un sito di presentazione, dei nuovi e vecchi lavori artistici, fra essi il suo lavoro più recente. Sempre dopo il primo periodo di presentazione del sito, Marco firma un contratto con la Idyllium s.n.c. e Sabino Mogavero nota lo stile, trovandolo adatto al suo campo editoriale, dopo un periodo di conoscenza e presentazione nel campo italiano tramite siti come quello di Jazzitalia e quello di “Portare la musica” (che è un gruppo di artisti di tutta l’Italia e anche della Francia che suona in varie manifestazioni per beneficenza), dopo questo periodo il nuovo CD viene completato e prende il titolo di “U.S.E. Angiola”, un CD che vede al suo interno dieci brani per chitarra classica e in vari stili, dopo questa interessante esperienza egli riesce insieme al suo Editore (della Idyllium) ad ottenere un contratto discografico internazione con la Blue Pie Productions, grazie al Direttore Damien Reilly e ad essa ora il CD verrà pubblicato in diversi stati, come l’Australia, gli USA, l’UK, la Nuova Zelanda e il Canada, e l’Italia. Ora il CD è già presente in colonne sonore in Australia. Per il futuro Marco ha in programma un nuovo CD e delle altre future pubblicazioni musicali e artistiche ecc… ecc…

Produzioni e collaborazioni del 2005:

-collaborazione con la casa Editrice "Akkuaria" www.akkuaria.com , che vede Marco in veste di giornalista on-line, con la pubblicazione di diversi articoli.

-sempre in questo anno pubblica nel suo sito l'Opera per pianoforte, violino e chitarra dal titolo "A Solène", una raccolta di Opere scritte dal 2003 a oggi.

-oltre alla pubblicazione di altri spartiti per chitarra classica, con la elaborazione e arrangiamento dei brani di N. Paganini, J. S. Bach, M. Giuliani e di musica popolare Spagnola.

-questo stesso periodo vede la pubblicazione dei suoi nuovi brani di musica d'insieme nei siti della Vitaminic (Italiani ed esteri), che vanno dalla musica Classica al Jazz, dalla World music al Rock, i brani presenti sono suonati con violino, pianoforte, tastiere, chitarre elettriche e classiche, percussioni e batteria, per un insieme vario e ricco di suoni, un lavoro differente dal suo CD U.S.E. Angiola, che è dedicato alla chitarra classica.

-un'altra buona carta parte dalla Idyllium s.n.c., la quale ottiene l'uso come colonna sonora nelle reti mediaset (su Italia 1, nel programma "On the road") con il brano "tocata de flamenco" (scritto e interpretato da Marco).

-dopo diverse pubblicazioni on-line, l'artista entra a far parte degli "autori e compositori on-line" della Casa Musicale Eco www.casamusicaleeco.com di Monza , la quale pubblica alcuni suoi lavori.



Produzioni e collaborazioni del 2007:

-"Opera Futurista" un lavoro in CD e spartiti di cui la musica è scritta da Marco Esu, pubblicato dalla Idyllium s.n.c. di Milano e tutta la distribuzione digitale è curata dalla Wild Palms Music di Parigi.

-"My New Age" è un Album mp3, la cui musica è scritta da Marco Esu, in questo lavoro Marco è produttore, con la collaborazione della Blue Pie per la distribuzione.